Featured

Festival del Mediterraneo

Festival del Mediterraneo

E’ nel segno del Mediterraneo e della sua cultura, dall’Egitto all’Italia, dalla Grecia all’Algeria, dai Balcani al Medio Oriente, l’edizione 2004 della rassegna internazionale di teatro che il Piccolo ospita ogni autunno.

18 i paesi partecipanti al Festival del Mediterraneo, con un programma di 30 spettacoli tra teatro, musica e danza, che ci accompagnerà video porno fino alla vigilia di Natale. Tra gli appuntamenti da non perdere, la Karmen gitana di Goran Bregovic, Memorie di Adriano, un grande romanzo di Marguerite Yourcenar che vive sulla scena nella straordinaria interpretazione di Giorgio Albertazzi e i Canti per la pace di Moni Ovadia.

Inoltre incontri, conferenze, serate speciali, mostre, proiezioni, animazioni, produzioni per i bambini, e lo spazio interattivo del Café Dionys al Teatro Studio, per un totale di 100 serate nel segno del Mediterraneo.

Gli spettacoli
Trenta spettacoli, tra teatro musica e danza, per scoprire i mille modi in cui può prendere vita una passione, quella per il teatro, e imaparare a conoscere e valorizzare le differenze.

Le rotte della conoscenza
Gli incontri, a cura di Giulio Giorello approfondiscono temi e motivi legati al Mediterraneo, alle culture che si affacciano sulle sue sponde, alla politica, alla storia, alle società che lo popolano.

Le notti del Mediterraneo
Testi sacri, poesia, cinema, teatro, antropologia: una rassegna di performances ed eventi per immergersi in un mondo vicino e insieme esotico, familiare e allo stesso tempo affascinante come una fiaba.

…e in più
Il Festival sarà animato da uno spazio dedicato agli incontri e al confronto tra le culture, il Café Dionys, e da mostre dedicate al Mediterraneo.

Le rotte della conoscenza

Le rotte della conoscenzaCome ha detto il filosofo Paul K. Feyerabend, “Già i Greci sapevano muoversi nel Mediterraneo con la stessa naturalezza delle rane in uno stagno”, ma questo stagno è diventato un mondo: si è proiettato al di là delle colonne d’Ercole, ha visto la fusione e confusione di molteplici civiltà, ha assistito alla nascita della filosofia, è stato celebrato nei miti e cantato dai CanalJovencitas.com videos porno poeti. Le rotte del Mediterraneo sono state quelle di mercanti, pirati e conquistatori; ma si sono tramutate nelle rotte della conoscenza. E chi, per questo mare, da costa a costa, da isola a isola, va in cerca delle vestigia di questo incontro-scontro di civiltà, si imbatte di continuo nelle strutture architettoniche del teatro, una forma che ha saputo resistere all’urto del tempo quasi a indicarci che ogni vera cultura è potenzialmente ogni altra cultura.

Le notti del Mediterraneo

Le notti del MediterraneoTesti sacri, poesia, cinema, teatro, antropologia, letteratura: mille e una sera per immergersi in un mondo vicino e insieme esotico, familiare e allo stesso tempo affascinante come una fiaba.
Dibattiti e performances, discussioni “al chiaro di luna” per ripercorrere la storia della nostra civiltà e conoscere culture lontane.
Esiste una “gens mediterranea?”.
La risposta sta nella Bibbia tradotta da Ceronetti, nella ricerca intorno al Teatro e alla Poesia del Mediterraneo condotta da José Monleon e Nadir Aziza, nelle immagini indimenticabili del cinema di Pasolini, nel disvelarsi di un mistero della società videos xxx mediorientale, l’harem, segregazione e privilegio al tempo stesso.
Mediterraneo può essere anche lo sguardo sul mito gettato da due premi Nobel della Letteratura, l’irlandese Joyce, profondo conoscitore dei classici, e il poeta caraibico Derek Walcott.

Café Dionys

Café DionysFino al 23 dicembre 2004 il Teatro Studio ospita, dalle ore 17 fino all’intervallo dello spettacolo, Café Dionys, luogo di incontro, crocevia di esperienze, testimonianze e azioni spettacolari legate al Festival del Mediterraneo.

Situato presso il Foyer del Teatro Studio (via Rivoli 6 – MM2 Lanza) ampliato da una ua struttura affacciata su via Rivoli, Cafè Dionys è lo videos porno spazio privilegiato nel quale il pubblico più curioso può approfondire temi e curiosità legati al Mediterraneo, scoprire qualcosa di più sugli ospiti della rassegna e sui Paesi che rappresentano. Sono infatti in programma incontri con attori, registi, personaggi dei Paesi ospiti.

Inoltre Cafè Dionys offrirà l’opportunità di informarsi sul Festival del Mediterraneo, sugli spettacoli e sulle iniziative del Piccolo Teatro attraverso le postazioni multimediali situate nel foyer del teatro.

Luogo di cultura ma anche di intrattenimento: il pubblico avrà infatti l’opportunità di fare due chiacchiere, tra un tè alla menta e un caffè alla napoletana, oppure prendere un aperitivo prima degli spettacoli.

Grazie al contributo di RaiSat e Radio 24, radio ufficiale dell’intera manifestazione che avrà “casa” al Café Dionys, il pubblico potrà immergersi nelle immagini e nei suoni del Festival: è infatti prevista una postazione d’ascolto e sono in programma interventi in diretta, interviste e altro ancora.

Infine Café Dionys sarà anche il luogo privilegiato per accogliere mostre ed esposizioni: gli spazi saranno infatti animati da mostre fotografiche e documentarie, come quella realizzata dalla Biblioteca di Alessandria.